ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER,
CI TENIAMO IN CONTATTO

Tragen Sie sich für den Newsletter ein,
damit wir in Kontakt bleiben können!

Sign up and keep in touch!

NEWSLETTER
dpv press

scritto da Bettina Nagel il
26{"titolo":"Tendenze per le vostre case 2013","testo":"

 

\r\n

I nuovi trend per le nostre case sono un po’ come la moda. Certi vestiti che si vedono sulle passerelle fanno la loro bella figura, ma non sono fatti per la nostra vita. Sono troppo stravaganti, non molto pratici, troppo cari…... lo stesso vale per i trend dei mobili, dei colori, dei tessuti, dei materiali. Un divano verde acido per 7.000,00 euro non è fatto per tutti. Mentre nella moda una pazzia ci sta, per la casa la pazzia può costare tanto. Allora mettiamoci al lavoro. L’offerta è grandissima. Si tratta di scegliere tra novità, design, materiali e colori una via di mezzo che sta bene con il nostro ambiente, il nostro portafogli e le nostre vite. Trend principali:

\r\n

 

\r\n

1. Il nuovo mix di bianco-nero.

\r\n

PHOTO39 PHOTO35

\r\n

PHOTO38 PHOTO40

\r\n
\r\n

Funziona con tutti i disegni come il principe di galles, in righe o in polka-dots. Molto bello quando i materiali cambiano tra grezzo, velluto o lucido-liscio.

\r\n

Un trend assolutamente classico, minimal e senza tempo. Da non credere, ma erano considerati come “non colori”. Il bianco e nero sono arrivati ora e qua. Proprio il contrasto crea suspence, attesa, eccitazione. Un statement molto chiaro e lascia spazio per una nuova dimensione di eleganza minimal.

\r\n

Non è necessario cambiare tutto l’arredamento per seguire questo trend. Basta prendere la versione soft e mettere per esempio una tappezzeria con le righe in bianco/nero ad un muro di casa. Questo inizio si sposa quasi con qualsiasi arredamento e fa miracoli. Per chi è già troppo, può giocare con accessori come cuscini, vari vasi che danno un tocco di aria nuova. La cosa fantastica di questo trend è che si accostano vari disegni senza problemi, rimanendo dal bianco/nero. Per chi è troppo forte lo può mescolare con  grigi, rosè per avere eleganza o colori forti come rosso, pink, arancio per avere un' atmosfera pop-art. Interessante sono anche accostamenti strani, come un divano moderno con una poltrona bergère. Interessante è che nel 1912  Josef Hoffmann ha disegnato il divano “Alleegasse” che è ancora oggi prodotto dalla azienda Wittmann in un tessuto bianco-nero di poliestere.

\r\n

 

\r\n

2. Gli anni 50 nel loro splendore.

\r\n

PHOTO26 PHOTO41

\r\n

PHOTO44 PHOTO173

\r\n

Non è solo un rivestimento retrò per le stanze, ma un moderno hommage a questi anni di ripresa dopo la guerra. Forse è quello che abbiamo tutti bisogno di credere: in una ripresa delle nostre economie, vedere che una volta è stata possibile e vivere di nuovo nelle nostre case questa atmosfera.

\r\n
\r\n

Che tempi! Tutto era da creare, Elvis Presley girava il bacino, tutte le ragazze con le gonne con petticoat. L’arredamento rispecchiava questa coscienza di sé, belle curve, accenni con legni scuri assieme con colori non forti o colori soft dei sorbetti. Tanti produttori grandi e piccoli cercano la loro ispirazione in quell'epoca d’oro e presentano una linea retrò che oggi non potrebbe essere più attuale.

\r\n

Con questo trend si deve avere un pizzico di sensibilità, perché è tutto un mix. Per non farlo sembrare un set di un film, ci vogliono rotture di stile. La base dovrebbe essere molto neutra. Muri bianchi,  petrol elegante o un violetto sono il perfetto fondo per questo stile. La composizione giusta consisterebbe magari in un paio di mobili anni 50 o vintage o nuovi, poi abbinamenti a tappeti monocolore e linee chiare, dritte per altri mobili. Mobili ed accessori degli anni 50 hanno bisogno di spazio per essere valorizzati. Un orologio di Georg Nelson  dovrebbe essere posizionato non su un muro con la tappezzeria con disegni, sarebbe un pecato se dovresse mettersi in concorrenza con la tappezzeria. Tanti pezzi di decorazioni di questi anni, sono messi di nuovo in produzione. Questi oggetti stanno benissimo su una credenza di noce o teak. Anche il bar a casa sta tornando di moda con tutto l'attrezzatura: bicchieri di cocktail, contenitore di ghiaccio o shaker (Ralph Lauren home).

\r\n

Oggi i colori degli anni 50 sono più adulti: non sembrano più i colori del venditore di gelati dell'Adriatico sono più tranquilli e più scuri come malva, petrol o mora. Non importa se si tratta di un tavolo a forma di reni, di morbidi appoggi per le braccia o di credenze con le gambine a punta, importante è che non ci siano angoli appuntiti o spigoli.

\r\n

 

\r\n

3.Lo stile grezzo

\r\n

PHOTO53 PHOTO48

\r\n

PHOTO54 PHOTO50

\r\n
\r\n

Naturale, autentico con un twist elegante. Così si può descrivere lo stile semplice. I protagonisti sono i colori tenui, quelli che sembrano sbiancati dal sole, con i materiali naturali come la pelle, il metallo, la lana e il legno. Combinati assieme si crea un mix di design senza essere sforzato e pieno di suspence contrast. La cosa funziona meglio se l’arredamento sembra fatto nell'arco di un paio di anni: se dà l'impressione di essere cresuita nel tempo.

\r\n

Il bello è che i materiali naturali non nascondono la loro patina: il legno non trattato o la pelle vecchia hanno una patina, lino grezzo è così perfetto, perché non è perfetto. E' concesso che i mobili abbiano angoli e spigoli e assolutamente non lucidi. La paletta dei colori è ridotta: grigio, tortora, crema, beige e toni della terra creano una nobile grazia. I disegni sono passè invece sono desiderati materiali di alta qualità come il casherme. Per evitare che l’ambiente non sembri triste dovete mescolarlo con ferro opaco o arte moderna.

\r\n

Divani con grandi housse in lino che arrivano fino a terra creano un ambiente generoso e casual. I’abbinamento con tavolini o sgabelli di tronchi non trattati, tappeti che sembrano usati  aggiungono calore e danno una cornice a questo stile di arredamento. Poufs e plaid che sembrano fatti a mano con ferri grandi creano un senso di benessere. Per completare il look ci sta una bella lampada da terra stile industriale. Una dei pionieri di questo stile è Paola Navone.

\r\n

Chi non vuole fare subito cambiamenti forti, può invece di una tappezzeria con disegni beton usare semplicemente una tonalità di grigio per i muri, aggungere lettere di zinco o sculture di pietra. Importante in questo trend è la qualità del materiale per farlo diventare un look di qualità e senza tempo.

\r\n

 

\r\n


\r\n

4. Arredamenti da “sogno”


PHOTO56 PHOTO55

PHOTO33 PHOTO34


Uno stile che non deve nauseare, non deve appesantire la casa, ma lasciare spazio per i sogni. Un bel esempio e il nuovo albergo di Stella Cadente a Parigi (www.hoteloriginalparis.com).

\r\n

 

\r\n

 

","abstract":"I nuovi trend per le nostre case sono un po’ come la moda. Certi vestiti che si vedono sulle passerelle fanno la loro bella figura, ma non sono fatti per la nostra vita. Sono troppo stravaganti, non molto pratici, troppo cari."}

 

I nuovi trend per le nostre case sono un po’ come la moda. Certi vestiti che si vedono sulle passerelle fanno la loro bella figura, ma non sono fatti per la nostra vita. Sono troppo stravaganti, non molto pratici, troppo cari…... lo stesso vale per i trend dei mobili, dei colori, dei tessuti, dei materiali. Un divano verde acido per 7.000,00 euro non è fatto per tutti. Mentre nella moda una pazzia ci sta, per la casa la pazzia può costare tanto. Allora mettiamoci al lavoro. L’offerta è grandissima. Si tratta di scegliere tra novità, design, materiali e colori una via di mezzo che sta bene con il nostro ambiente, il nostro portafogli e le nostre vite. Trend principali:

 

1. Il nuovo mix di bianco-nero.

Black and white buddah Black and white terrazzo

Black and white con orchidee Black and white cornici e gatto

Funziona con tutti i disegni come il principe di galles, in righe o in polka-dots. Molto bello quando i materiali cambiano tra grezzo, velluto o lucido-liscio.

Un trend assolutamente classico, minimal e senza tempo. Da non credere, ma erano considerati come “non colori”. Il bianco e nero sono arrivati ora e qua. Proprio il contrasto crea suspence, attesa, eccitazione. Un statement molto chiaro e lascia spazio per una nuova dimensione di eleganza minimal.

Non è necessario cambiare tutto l’arredamento per seguire questo trend. Basta prendere la versione soft e mettere per esempio una tappezzeria con le righe in bianco/nero ad un muro di casa. Questo inizio si sposa quasi con qualsiasi arredamento e fa miracoli. Per chi è già troppo, può giocare con accessori come cuscini, vari vasi che danno un tocco di aria nuova. La cosa fantastica di questo trend è che si accostano vari disegni senza problemi, rimanendo dal bianco/nero. Per chi è troppo forte lo può mescolare con  grigi, rosè per avere eleganza o colori forti come rosso, pink, arancio per avere un' atmosfera pop-art. Interessante sono anche accostamenti strani, come un divano moderno con una poltrona bergère. Interessante è che nel 1912  Josef Hoffmann ha disegnato il divano “Alleegasse” che è ancora oggi prodotto dalla azienda Wittmann in un tessuto bianco-nero di poliestere.

 

2. Gli anni 50 nel loro splendore.

Anni 50 salotto Anni 50 divano Baker

Anni 50 tavola e sedia Anni 50 poltrona blu

Non è solo un rivestimento retrò per le stanze, ma un moderno hommage a questi anni di ripresa dopo la guerra. Forse è quello che abbiamo tutti bisogno di credere: in una ripresa delle nostre economie, vedere che una volta è stata possibile e vivere di nuovo nelle nostre case questa atmosfera.

Che tempi! Tutto era da creare, Elvis Presley girava il bacino, tutte le ragazze con le gonne con petticoat. L’arredamento rispecchiava questa coscienza di sé, belle curve, accenni con legni scuri assieme con colori non forti o colori soft dei sorbetti. Tanti produttori grandi e piccoli cercano la loro ispirazione in quell'epoca d’oro e presentano una linea retrò che oggi non potrebbe essere più attuale.

Con questo trend si deve avere un pizzico di sensibilità, perché è tutto un mix. Per non farlo sembrare un set di un film, ci vogliono rotture di stile. La base dovrebbe essere molto neutra. Muri bianchi,  petrol elegante o un violetto sono il perfetto fondo per questo stile. La composizione giusta consisterebbe magari in un paio di mobili anni 50 o vintage o nuovi, poi abbinamenti a tappeti monocolore e linee chiare, dritte per altri mobili. Mobili ed accessori degli anni 50 hanno bisogno di spazio per essere valorizzati. Un orologio di Georg Nelson  dovrebbe essere posizionato non su un muro con la tappezzeria con disegni, sarebbe un pecato se dovresse mettersi in concorrenza con la tappezzeria. Tanti pezzi di decorazioni di questi anni, sono messi di nuovo in produzione. Questi oggetti stanno benissimo su una credenza di noce o teak. Anche il bar a casa sta tornando di moda con tutto l'attrezzatura: bicchieri di cocktail, contenitore di ghiaccio o shaker (Ralph Lauren home).

Oggi i colori degli anni 50 sono più adulti: non sembrano più i colori del venditore di gelati dell'Adriatico sono più tranquilli e più scuri come malva, petrol o mora. Non importa se si tratta di un tavolo a forma di reni, di morbidi appoggi per le braccia o di credenze con le gambine a punta, importante è che non ci siano angoli appuntiti o spigoli.

 

3.Lo stile grezzo

Stile grezzo ambiente Stile grezzo materiali

Stile grezzo tessuti Stile grezzo divano lino

Naturale, autentico con un twist elegante. Così si può descrivere lo stile semplice. I protagonisti sono i colori tenui, quelli che sembrano sbiancati dal sole, con i materiali naturali come la pelle, il metallo, la lana e il legno. Combinati assieme si crea un mix di design senza essere sforzato e pieno di suspence contrast. La cosa funziona meglio se l’arredamento sembra fatto nell'arco di un paio di anni: se dà l'impressione di essere cresuita nel tempo.

Il bello è che i materiali naturali non nascondono la loro patina: il legno non trattato o la pelle vecchia hanno una patina, lino grezzo è così perfetto, perché non è perfetto. E' concesso che i mobili abbiano angoli e spigoli e assolutamente non lucidi. La paletta dei colori è ridotta: grigio, tortora, crema, beige e toni della terra creano una nobile grazia. I disegni sono passè invece sono desiderati materiali di alta qualità come il casherme. Per evitare che l’ambiente non sembri triste dovete mescolarlo con ferro opaco o arte moderna.

Divani con grandi housse in lino che arrivano fino a terra creano un ambiente generoso e casual. I’abbinamento con tavolini o sgabelli di tronchi non trattati, tappeti che sembrano usati  aggiungono calore e danno una cornice a questo stile di arredamento. Poufs e plaid che sembrano fatti a mano con ferri grandi creano un senso di benessere. Per completare il look ci sta una bella lampada da terra stile industriale. Una dei pionieri di questo stile è Paola Navone.

Chi non vuole fare subito cambiamenti forti, può invece di una tappezzeria con disegni beton usare semplicemente una tonalità di grigio per i muri, aggungere lettere di zinco o sculture di pietra. Importante in questo trend è la qualità del materiale per farlo diventare un look di qualità e senza tempo.

 


4. Arredamenti da “sogno”


Hotel a Parigi di Stella Cadente Hotel a Parigi di Stella Cadente

Hotel a Parigi di Stella Cadente Hotel a Parigi di Stella Cadente


Uno stile che non deve nauseare, non deve appesantire la casa, ma lasciare spazio per i sogni. Un bel esempio e il nuovo albergo di Stella Cadente a Parigi (www.hoteloriginalparis.com).

 

 

172onI nuovi trend per le nostre case sono un po’ come la moda. Certi vestiti che si vedono sulle passerelle fanno la loro bella figura, ma non sono fatti per la nostra vita. Sono troppo stravaganti, non molto pratici, troppo cari.living, tendenze 201346-yes3living2016-05-30 09:22:09Tendenze per le vostre case 20132013-03-09
155 2016-03-31 Le sfumature di bianco! articoli_155_0.jpg
164 2016-05-18 Così trovate il vostro stile per la casa! articoli_164_0.jpg
143 2016-01-28 Il re dei colori, il BLU articoli_143_0.jpg
70 2014-07-21 Homeoffice - La mia scrivania si trova a casa mia articoli_70_43.jpg Homeoffice
141 2016-01-19 L'entrata di una casa è come un biglietto da visita articoli_141_0.jpg
119 2015-09-29 Design Industriale articoli_119_0.jpg
111 2015-06-10 Idee per la camera da letto articoli_111_10.jpg
102 2015-04-13 Cambio i tessuti in casa articoli_102_0.jpg
103 2015-04-13 La Lavanderia: una stanza per noi donne! articoli_103_6.jpg
100 2015-03-03 La nuova leggerezza articoli_100_17.jpg
94 2015-02-12 La mia visita da Flamant, la nuova collezione articoli_94_2.jpg
78 2014-09-29 Piccoli trucchi per arredare un bagno, che dovete conoscere articoli_78_0.jpg
90 2015-01-09 Il giusto mix articoli_90_1.jpg
63 2014-06-09 Arredare con stile - parte 2 articoli_63_0.jpg Magico
66 2014-06-09 Casa al mare degli anni 70, un brutto anatroccolo che si trasforma in un cigno articoli_66_0.jpg Salone prima
61 2014-05-06 Arredare con stile - parte 1 articoli_61_3.jpg Beton
46 2014-01-31 Anche una casa ha quattro stagioni:primavera primavera, decorazioni, pasqua articoli_46_0.jpg HELLO SPRING
31 2013-10-11 Anche una casa ha quattro stagioni-autunno autunno, consigli arredamento, colori, caldo, ambiente, foto articoli_31_0.jpg Ghirlanda d'autunno
22 2013-07-16 Anche una casa ha quattro stagioni-estate decorazioni estivi, cambiamento della caso nei stagioni, living articoli_22_0.jpg Ambiente leggero estivo di un salone
4 2013-03-09 Casa in montagna non con i soliti colori living, casa montagna articoli_4_0.jpg Camera da letto in montagna Megève
3 2013-03-09 Tendenze per le vostre case 2013 living, tendenze 2013 articoli_3_14.jpg Anni 50 salotto